Marevivo

...il mare non è fatto solo d'acqua
 
Un gruppo di persone, unite dalla comune passione per il mare, decideva nel 1985 di fondare MAREVIVO e di dedicare volontariamente una parte significativa del proprio tempo per promuovere e realizzare interventi in favore della difesa del mare.
Inquinamento, trasporto di sostanze pericolose via mare, stragi di cetacei, metodi di pesca illegali e distruttivi, abbandono nel mare aperto di sostanze tossico nocive: erano questi alcuni dei problemi che i volontari dell’Associazione volevano contribuire a risolvere.
MAREVIVO: già nel suo nome esprime l’amore per il mare, un mare che è energia, è vita. Un ambiente immenso e delicato che ci fornisce cibo da mangiare, ossigeno da respirare, storie e leggende da tramandare.
MAREVIVO è un Associazione Ambientalista, senza fini di lucro, libera ed apartitica che opera su tutto il territorio nazionale, ma anche a livello internazionale, attraverso proprie sezioni, delegazioni e divisioni subacquee.
Per l’importanza e la qualità del proprio impegno Marevivo è stata riconosciuta con D.M. del 20 febbraio 1987 come “associazione di protezione ambientale a carattere nazionale”, ai sensi dell’art. 13 della legge n. 349 istitutiva del Ministero dell’Ambiente.
Le attività che l’Associazione svolge sono numerose e di diversa natura, tra queste assumono particolare significato quelle volte all’educazione ambientale, alla ricerca scientifica, alla promozione delle Aree Marine Protette, alla difesa del mare e delle sue risorse, all’informazione ambientale ed alla pianificazione territoriale.
Tutte le attività di MAREVIVO in difesa dell’ambiente marino sono svolte principalmente con il sostegno economico e l’impegno volontario dei propri soci presenti in tutta Italia ed in alcuni paesi europei, il cui numero è in continuo aumento.
Per maggiori informazioni: www.marevivo.it
 
IMMERGITI CON GLI ESPERTI DI MAREVIVO NELLE ACQUE DI LAMPEDUSA
entra anche tu nel meraviglioso mondo dello sport subacqueo
Avventura, divertimento e amicizia: ingredienti che fanno di ogni immersione un'esperienza unica! Praticare lo sport subacqueo significa incontrare persone animate dai tuoi stessi interessi e vivere insieme a loro momenti meravigliosi ed emozionanti. E non appena farai la conoscenza del magico mondo sottomarino, capirai quanto è importante conservarlo pulito e intatto.
 
La Delegazione Marevivo di Lampedusa offre tutto l'anno quanto segue:
  • Corsi subacquei a tutti i livelli con rilascio di brevetti Padi riconosciuti Rstc;
  • Immersioni guidate nei luoghi più suggestivi delle Pelagie;
  • Immersioni guidate per sub diversamente abili brevettati;

Ed inoltre:

  • Escursioni in gommone intorno all'Isola con possibilità di avvistare balene, delfini e tartarughe;
  • Corsi di primo soccorso medico "Emergency First Response";
Se sei interessato, contattaci ai seguenti recapiti:
Gianluca Lopez - Cell. 338.26.40.934
Filippo Mannino - Cell. 320.38.11.832 - fmannino@hotmail.com
 
 
MAREVIVO - SEZIONE di LAMPEDUSA
La Sezione Marevivo a Lampedusa è stata istituita nell'aprile del 2002. I temi su cui la stessa sta lavorando sono i seguenti:
 
AREA MARINA PROTETTA “ISOLE PELAGIE”
In collaborazione con l’Assessorato al Territorio e Ambiente della Regione Siciliana e del Comune di Lampedusa, si sta cercando di far decollare un progetto di promozione della neo Amp, tramite una campagna didattico-educativa e di sensibilizzazione, rivolta in modo particolare alla popolazione dell’Isola e alla marineria, nonché ai fruitori estivi.
Si tratta di un progetto di due mesi, luglio e agosto, che prevede anche la realizzazione di materiale informativo e alcuni dibattiti e/o conferenze sul tema.
 
TARTARUGHE, DELFINI, PESCISPADA
E’ una delle battaglie più importanti che Marevivo porta avanti da anni, ossia quella per l’abolizione delle reti pelagiche e del palangrese derivante, che oltre ad uccidere pescispada, fanno strage di cetacei e tartarughe. A Lampedusa il problema diventa di portata ancora più grande, poiché la pesca rappresenta a livello economico una delle fonti più redditizie dell’Isola. Diviene indispensabile cercare un connubio tra chi vive grazie alla pesca e la difesa del mare. A tal proposito si cercheranno di sviluppare metodi di pesca sostenibile, coinvolgendo i diretti interessati e le associazioni di categoria (lega pesca, ecc). Sono previste diverse azioni di sensibilizzazione e informazione.
 
OPERAZIONE BLUE MISSION
E’ un progetto parzialmente diverso dall’Operazione realizzata a livello nazionale da Marevivo. La presente impegnerà l’Associazione per due fine settimana (Ven. Sab. Dom.), con le seguenti attività: informazione presso le spiagge, pulizia di alcuni tratti costieri, attivazione di un punto d’informazione nel corso principale dell’Isola. Per la realizzazione della predetta, sarebbe importante la compartecipazione di un ente, quale l’Ass. al Turismo della Reg. Siciliana, con cui sono state già intraprese delle trattative. Blu Mission potrebbe coniugarsi perfettamente con le iniziative riguardanti l’Amp. Per la buon riuscita di entrambi è necessario il coinvolgimento di diversi volontari.
 

LE “CARRETTE DEL MARE”
Barche che somigliano ai carri dei contagiati, così sono state definite le imbarcazioni adoperate dai clandestini che da diversi anni arrivano a Lampedusa, meta ideale dei poveracci che partono cercando le mille luci di Parigi. Ed è proprio li che si rischia di far nascere un “cimitero marino”: le barche, infatti, dopo gli sbarchi vengono abbandonate e ammassate in un angolo del porto, dove prima marciscono e poi affondano. È stato già fatto qualche intervento di rimozione, che è stato ancora più distruttivo a livello di impatto ambientale. Da parte nostra è partita qualche diffida, ma a nulla è servito. Sono quindi necessari degli interventi alternativi immediati. È stato chiesto, tra l’altro, anche l’affidamento con facoltà d’uso di un gommone.

 
 
Per contattare la Sezione Marevivo di Lampedusa, scrivi a : marevivo.lampedusa@virgilio.it