Pesca con le nasse
Le piccole imbarcazioni a remi o a motore che utilizzano questo metodo sono riconoscibili dalle grandi ceste in vimini (nasse) presenti a bordo.
Le nasse sono delle trappole che vengono calate in siti che a giudizio del pescatore sono ricchi di pesce o crostacei molto pregiati. Queste vengono generalmente innescate con esche economiche e nel contempo appetibili alla preda che si ha intenzione di catturare. In questo caso l’esperienza, l’astuzia e lo spirito di osservazione del pescatore sono fondamentali.
La parte inferiore della gabbia è fornita di un’entrata a becco di flauto che permette alla preda una facile entrata ed una impossibile uscita. Una volta deciso il punto di pesca le nasse vengono calate ed adagiate di fianco sul fondale marino. Dopo alcune ore si salpano e si prelevano le prede “cadute in trappola”.