Clima

Il clima di Lampedusa, nonostante la bassa latitudine (siamo sullo stesso parallelo di Sfax), è squisitamente temperato.
L’isola è interessata per quasi tutto l’arco dell’anno dall’anticiclone delle Azzorre,sostituito per brevi periodi dall’anticiclone Euro-Asiatico e dalla depressione Sahariana. A parità di latitudine altre zone sono soggette a calure estive che a volte superano i 50°C, mentre a Lampedusa raramente le massime di Agosto superano i 40°C.
Le temperature indicate nella tabella di sotto, stanno ad indicare quanto sia mite in effetti la temperatura in ogni periodo dell’anno. Anche le temperature medie del mare, non fanno che confermare quanto detto in precedenza.
L’umidità relativa, dimostra che nonostante sia un’isola molto piccola, il vapore acqueo presente nell’aria è in quantità più che accettabili rendendo in particolar modo gradevoli le ore serali.
I venti soffiano per l’intero anno da Nord lasciando spazio qualche volta allo Scirocco (SE), in particolare durante la stagione stiva.
Molto caratteristiche sono le precipitazioni. La neve è praticamente sconosciuta; solo alcuni anziani ricordano un unico caso accaduto nel febbraio del 42’.
Le precipitazioni piovose sono molto scarse. I giorni di pioggia in un anno risultano in media 50, mentre i mm. di pioggia caduti in un anno ammontano a 340 (Roma per esempio ha 77 giorni e 844 mm. di pioggia all’anno). Nella tabella delle medie climatiche, vale la pena far notare la media uguale a 0 per i giorni di pioggia di Luglio, è come di re che si può avere la certezza che in quel mese a Lampedusa non piove.
Ci sono due eventi particolari che accompagnano i tanti misteri dell’isola. Il primo, chiamato dai lampedusani “U Marrobbio”, consiste in una marea anomala che nel mese di maggio e raramente in quello di settembre colpisce le coste dell’isola.
In un giorno come tanti altri, ecco che lentamente e senza preavviso, inizia un’alta marea che dopo diverse ore raggiunge i tre metri; poi, nel giro di pochi minuti, torna la bassa marea. La differenza di velocità tra questi due movimenti del mare, provoca veri e propri danni sia agli abitanti della terraferma che a quelli marini. Chiunque a Lampedusa potrà dirvi di aver raccolto i pesci sulla strada o in mezzo ai capi, altri sosterranno di aver trovato la barca “ormeggiata” nel parcheggio delle auto e l’auto parcheggiata in fondo al molo; un fatto è certo: tutti a Lampedusa conoscono, rispettano e qualcuno teme questo fenomeno ancora misterioso. La scienza ha provato a dare una risposta: per il momento si pensa che la marea anomala sia causata da dei maremoti ciclici che avvengono a largo di Lampedusa.
Il secondo fenomeno riguarda uno strano lampeggiare di fulmini, molto spesso non accompagnati da tuoni e da pioggia, che nel mese di ottobre accompagnano le caldi notte.

MESE
TEMPERATURA
UMIDITA'
VENTI
PIOGGIA
PIOGGIA
 
max
min.
med.
mare
relativa
prevalente
giorni
millimetri
Gennaio
20.0
7.0
13.5
15.5
74
NW
6.5
62.4
Febbraio
20.4
6.0
13.5
14.3
77
NW
3.8
41.6
Marzo
23.2
6.7
14.5
14.8
79
N
3.1
33.2
Aprile
24.6
9.0
16.1
15.1
76
NW
0.9
6.3
Maggio
28.4
12.5
18.8
16.6
74
N
1.0
5.0
Giugno
32.0
14.9
22.9
20.1
72
N
0.2
0.6
Luglio
36.6
15.4
26.8
25.0
70
N
0.0
0.0
Agosto
39.9
23.7
29.1
26.0
69
N
0.3
2.3
Settembre
33.2
18.6
25.5
25.4
71
N
2.1
24.6
Ottobre
32.0
11.3
22.6
23.2
75
N
3.0
43.5
Novembre
27.0
11.0
18.5
19.9
76
NW
4.1
51.8
Dicembre
20.7
6.0
14.7
17.5
76
N
5.6
69.6